NASTRO IN TEFLON PTFE

NASTRO IN TEFLON PTFE

Nastro in Teflon PTFE

La produzione di nastri ptfe è usata nei seguenti settori:

  • Settore idraulico;
  • Tubazioni e raccordi;
  • Oleodinamico; 
  • Serraggi;
  • Pompe e valvole;
  • Settore meccanico; 
  • compressori; 
  • trasmissioni;
  • Tenuta di contenitori di gas;
  • Tenuta di liquidi;
  • Aerospaziale;
  • Automobilistico;
  • Settore elettronico;

I nastri Ptfe firmati Felis possono avere diversi modelli, possono essere di diversi colori, dimensioni e densità (bassa, media, alta)

Le misure più comuni sono:

  • 12×0;
  • 76×12;
  • 19×0;
  • 1×12 
  • 19×0;
  • 1×12; 
  • 19×0;
  • 2×15;
  • 25×0;

Contatta Felis, produttori di nastri ptfe teflon.

Acquista ora

Acquista direttamente gli articoli di tuo interesse

Il nastro di teflon è divenuto uno strumento indispensabile in una molteplicità di applicazioni industriali e domestiche, grazie alla sua versatilità e alle eccezionali proprietà di sigillatura. Questo materiale, noto anche come nastro PTFE, si distingue per la sua resistenza alle alte temperature, agenti chimici, e attrito, rendendolo un alleato prezioso nell’idraulica, nell’industria alimentare, e oltre. La sua importanza si estende dall’utilizzo quotidiano per la tenuta di filetti e connessioni, fino alle applicazioni specializzate come l’isolamento elettrico e la protezione contro l’usura.

 

Cos’è il Nastro di Teflon?

 

Il nastro di PTFE è un materiale essenziale in diverse attività professionali, particolarmente valorizzato per la sua capacità di sigillare filetti di tubature e rubinetti. Questo nastro trova impiego quotidiano in ambiti come l’idraulica, grazie alla sua resistenza a condizioni ambientali diverse, inclusi agenti chimici, alte temperature e pressione.
Principali caratteristiche tecniche
Resistenza alle temperature: Il nastro di Teflon è noto per la sua capacità di resistere a temperature estremamente basse fino a -200°C e alte fino a 260°C, rendendolo adatto per applicazioni in condizioni ambientali difficili.

Proprietà antiaderenti e di facile pulizia: Una caratteristica distintiva del Teflon è la sua superficie liscia che impedisce l’adesione di sostanze, facilitando la pulizia.

Resistenza alla corrosione: Il nastro è altamente resistente agli acidi forti (PH 0-14), agli alcali, all’acqua regia e a vari solventi organici, garantendo una lunga durata anche in ambienti aggressivi.

Isolamento e protezione UV: Oltre a essere non tossico, il nastro di Teflon offre eccellenti prestazioni di isolamento, protezione dai raggi UV e proprietà antistatiche.

Resistenza alla pressione: Il nastro in PTFE offre una resistenza alla pressione fino a 210 bar, garantendo un’eccellente capacità di sigillatura. È facile da utilizzare, applicare e rimuovere.

 

Applicazioni


Il nastro di Teflon è ampiamente utilizzato per congiungere tubi filettati con raccordi in impianti idraulici o pneumatici ad aria compressa, può essere usato anche come sigillante per tubi e condutture in quanto resistente a quasi tutti i solventi e composti chimici, fungendo da guarnizione efficace. La sua applicazione non si limita solo all’idraulica; è anche impiegato in ambiti come l’industria alimentare, per sigillare filetti di tubature che trasportano gas e in applicazioni elettriche per l’isolamento.

 

Tipologie e Dimensioni


I nastri di Teflon sono disponibili in diverse misure, larghezze e spessori, per soddisfare le esigenze specifiche di ogni applicazione. I nastri PTFE sono disponibili in diversi colori, dimensioni e densità (bassa, media, alta). Di seguito le misure comuni:

  • 12×0,76×12 mm
  • 19×0,1×12 mm
  • 19×0,1×12 mm
  • 19×0,2×15 mm
  • 25×0,2×15 mm

 

Applicazioni del Nastro di Teflon

 

Industria alimentare


Il nastro in teflon trova ampia applicazione nell’industria alimentare, sfruttando le sue proprietà antiaderenti e la resistenza chimica. Viene utilizzato nella lavorazione e manipolazione degli alimenti, ad esempio nei trasportatori del comparto alimentare, per prevenire la contaminazione e garantire la sicurezza alimentare. Questo nastro viene impiegato anche per fornire una superficie antiaderente sulle apparecchiature di cottura come piastre e padelle, facilitando la pulizia e evitando che il cibo si attacchi.

 

Imballaggi e confezionamento


Nel settore degli imballaggi e del confezionamento, i nastri di teflon sono apprezzati per le loro caratteristiche anti-abrasione e antifrizione. Sono utili per rivestire le superfici di ripiani, rulli, e stampi su cui si verifica un deposito di inchiostri, materiali collosi, e vernici, garantendo così una maggiore efficienza dei processi produttivi.

 

Idraulica


I nastri di teflon sono essenziali nel settore idraulico, dove vengono utilizzati per unire i tubi filettati con i raccordi all’interno di impianti pneumatici ad aria compressa o impianti idraulici. Forniscono una guarnizione efficace, resistendo a liquidi corrosivi e garantendo una protezione superiore in presenza di sostanze aggressive.

Elettronica


Nel settore dell’elettronica, il nastro in teflon è impiegato per l’isolamento elettrico dei fili e per agevolare il passaggio dei cavi tramite i condotti elettrici. Grazie alla sua resistenza alle alte temperature e agli agenti chimici, il nastro in PTFE è un componente essenziale nelle applicazioni dove è richiesta la tenuta.

 

Automotive


L’industria automobilistica sfrutta il nastro in teflon per le sue elevate proprietà di resistenza agli agenti chimici e agli archi alti. È adatto per l’uso su bobine ad alta temperatura, cablaggi, e condensatori, offrendo un supporto in film di PTFE per applicazioni che richiedono un restringimento minimo nonché stabilità.

 

Come Utilizzare il Nastro di Teflon


Preparazione della superficie: Prima di applicare il nastro di Teflon, è essenziale che la filettatura sia completamente asciutta e pulita. Utilizzate una spazzola metallica per rimuovere qualsiasi residuo di vecchie guarnizioni o impurità. Assicuratevi che non ci siano tracce di umidità, poiché anche una piccola quantità di acqua può impedire al nastro di aderire correttamente, compromettendo la sua efficacia nel sigillare i tubi contro le perdite.

Applicazione del nastro: Inizia l’applicazione del nastro di Teflon dal secondo filetto, evitando di coprire l’apertura del tubo. Mantenete il nastro teso e avvolgetelo in senso orario, seguendo la direzione della filettatura, per evitare che si sfilacci o si sposti durante l’avvitamento. Il numero di giri del nastro dipende dal diametro del tubo: per tubi da 1/4-3/8 di pollice sono sufficienti 1-2 avvolgimenti, mentre per tubi più grandi da 1/2-3/4 di pollice, applicate 2-3 avvolgimenti e per quelli da 1 pollice o più, 3-4 avvolgimenti.

Suggerimenti per una corretta applicazione: Durante l’applicazione, è cruciale mantenere una certa tensione sul nastro per garantire una migliore adesione. Evitate di applicare troppo nastro, poiché troppe spire possono rendere difficile l’avvitamento del raccordo e compromettere la tenuta. Dopo l’applicazione, applicare un sottile strato di sigillante per tubi prima di avvitare il raccordo per migliorare ulteriormente la sigillatura. Se il nastro si stacca dalla filettatura o si arriccia, è consigliabile rimuoverlo e riapplicarlo con precisione per assicurare una perfetta aderenza e funzionalità.

 

FAQS

 

Quante volte bisogna avvolgere il nastro di Teflon?


Per ottenere una tenuta efficace, il numero di giri dipende dal diametro del filetto. Per filetti da 1/2″, generalmente 6-7 giri in senso orario sono sufficienti. Per quelli da 3/4″, si raccomandano da 9 a 13 giri. Il Teflon a nastro, che è più sottile e non cerato, permette di effettuare qualche giro in più rispetto ad altre tipologie.

 

Quando è meglio utilizzare la canapa invece del Teflon?


La scelta dipende dalla specifica applicazione. La canapa è spesso preferita dagli idraulici per certi lavori perché si espande a contatto con l’acqua, migliorando la tenuta della giunzione. Il Teflon, d’altro canto, è apprezzato per la sua facilità di applicazione e per la durata superiore rispetto alla canapa.

 

Qual è il tipo di Teflon consigliato per le applicazioni a gas?


Per le applicazioni a gas, si raccomanda l’uso del Teflon PTFE 12×1/2×0,1 specifico per gas. Questa tipologia assicura una tenuta duratura e affidabile su qualsiasi diametro e tipo di filettatura, resistendo a vibrazioni e variazioni di temperatura senza indurirsi o causare il grippaggio dei raccordi.

Altri prodotti